5 posti da visitare nel Salento. Tra mare, escursioni e buon cibo

5 posti da visitare nel Salento. 5 luoghi imperdibili da vedere, da gustare e da fotografare. Solo uno dei 5 luoghi non è adatto ai bambini.

Il Salento non ha solo 10 luoghi assolutamente da vedere nel Salento. I posti da visitare nel Salento sono tantissimi e limitarci a descriverne 10 o 20 luoghi belli nel Salento è molto faticoso. Per distinguerci da tutti gli altri ci limiteremo a indicare 5 luoghi che non possono mancare nella vostra vacanza nel Salento. I 5 migliori posti assolutamente da vedere nel Salento. Solo uno, di questi luoghi, non è adatto ai bambini. I giorni di vacanza, sempre più spesso sono solo sette e consigliare i cinque luoghi da vedere, esplorare, assaggiare è il minimo sindacale. I cinque posti assolutamente da visitare nel Salento almeno una volta nella vita, come se avete intrapreso un viaggio spirituale necessario per rinfrancare il corpo e l’anima.

Spiaggia libera e spiaggia attrezzata in Salento

San Foca a Settembre

Primo luogo assolutamente da visitare nel Salento è il mare, versante di Otranto o di Gallipoli non ha importanza. Bisogna andarci, immergersi nelle sue acque trasparenti, calde e avvolgenti. Spiaggia se avete bambini, scogliera se volete qualcosa di più.
I lidi sono attrezzati e con 10 euro è possibile affittare ombrellone e sdraio. Vi è anche spiaggia libera dove l’ombrellone bisogna portarselo da casa ma basta un asciugamano e una borsa e poi il bagno è assicurato. Le spiagge sono per lo più pulite e bianchissime. Attenzione anche in spiaggia a qualche malintenzionato troppo interessato ai vostri effetti personali.

La Poesia di Roca è una piscina naturale

Se, invece, volete provare una piscina naturale la Poesia a Roca, marina di Melendugno, e la tappa è quasi obbligata. Il bagno è consentito, i tuffi non sarebbero consentiti perchè è pericoloso se non ci si tuffa con tutti gli accorgimenti. Ma dopo essersi lanciati dalla scogliera della Poesia di Roca, emergere in quelle acque è una sensazione assolutamente da provare se volete portare con voi un pezzo di emozione che solo chi l’ha provata può descrivere. La Poesia non è però adatta ai bambini è sconsigliabile anche a chi non ha molta dimestichezza con l’acqua. Bisogna essere dei temerari. Per tutti gli altri che non lo sono i lidi salentini offrono una miriade di soluzioni e alternative.


Terzo luogo da visitare nel Salento sono i castelli: Otranto, Corigliano d’Otranto, Lecce, Copertino, Acaya, Castro, Gallipoli, Tricase, Parabita, Nardò, Morciano di Leuca, Castro, Alliste, Castrignano de’ Greci, c’è l’imbarazzo della scelta e tutti sono spogli e colmi di storia nello stesso tempo. Per esempio Otranto è completamente spoglio, ma la Torre Matta, scoperta di recente, ripaga in parte la delusione di questa imponente opera militare dove però vengono allestiste mostre e iniziative degne di nota.


Anche il castello di Acaya si presenta spoglio agli occhi del visitatore ma la vista dall’alto vi immerge in migliaia di olivi che circondano la struttura. Curiosità: il castello Carlo V di Lecce e quello di Acaya furono costruiti seguendo le indicazioni di Gian Giacomo dell’Acaya ingegnere del Regno di Napoli.

Centro storico di Lecce, scorcio dell’Anfiteatro Romano

Quarto luogo da visitare nel Salento è Lecce. Il capoluogo di provincia merita un’intera giornata dall’alba fino a notte inoltrata. Lecce barocca con le sue chiese e il suo centro storico da visitare in lungo e in largo. Il suo anfiteatro e il suo teatro greco. E poi quando i piedi bollono e non ce la fate proprio più potete scegliere un localino al centro dove riposarvi e gustare il Salento. Lecce è uno dei posti del Salento da visitare con bambini e a cui rispondere alle loro incessanti domande. I perché saranno molteplici e l’unico modo per non impazzire è affittare una di quelle api con guida a bordo.


Infine il quinto luogo assolutamente da visitare nel Salento sono i due laghi, in località Alimini, nel territorio di Otranto. Lago piccolo quasi inaccessibile se non seguendo il percorso ciclo turistico, e non è detto che ci si riesce ad arrivare. Il lago piccolo è di acqua dolce. Il lago grande invece è di acqua salata ed è alimentato tramite un canale. Negli anni si è generato un equivoco non indifferente. I lidi attrezzati hanno pubblicizzato in modo massiccio il nome dei laghi Alimini generando confusione nei turisti e sulle svariate mappe dei navigatori. I laghi Alimini sono quindi i lidi attrezzati, ma il Lago Grande, in contrada Pagliarone, è un grande lago salato da dove, per esempio, i canadair prendono l’acqua per spegnere gli eventuali incendi che dovessero verificarsi nei dintorni. Il lago grande è visitabile in canoa e i suoi dintorni ci si può dedicare ad una passeggiata a cavallo o in mountain bike o con la forza delle proprie gambe. Un luogo del Salento assolutamente da visitare.

In tema di laghi e sempre nel territorio di Otranto vi è il laghetto artificiale di Bauxite. Un luogo senza tempo che potrebbe fare da set cinematografico in un film con i dinosauri. La terra rossa, piena di ferro, e l’acqua verde genera un bellissimo contrasto. Assolutamente da vedere e i selfie sono obbligatori.

Infine come jolly come luogo da visitare possiamo segnalare i borghi: Specchia, Presicce e Borgagne per esempio, dove pare che il tempo si sia fermato e le pietre siano in attesa di un selfie o di una vostra foto pronte a fare bella mostra di sé quando le farete vedere ai vostri amici che gonfi di invidia sogneranno la loro vacanza nel Salento.

Close Comments

Comments are closed.